Seo per E-commerce

Cosa si intende per Seo ?

Se stai leggendo queste righe, probabilmente hai deciso di lanciarti e diventare un imprenditore digitale, slegarti delle catene del tuo ruolo da dipendente e lanciare il tuo e-commerce. Bene sicuramente questo non è il primo Blog che leggi e se non sei completamente assuefatto dal sogno americano, avrai sicuramente già letto un milione di avvertenze legate alle difficoltà di questo mestiere che è tutt’altro che facile.

Prima di tutto mi sento di dirti due cose:

  1. Scordati di aprire e scalare le classifiche di Google (La SERP) in poco tempo, perché ritieni che il tuo lavoro sia superiore rispetto ai tuoi competitor.

  2. Scoradati di diventare scalare risultati senza sudare..

Prima cosa che c’è da capire, e da capire veramente bene.. è che ci vuole tempo, in Europa su Google circola il 95% percento del traffico e chiunque fa Business vuole vedere la sua attività in cima nei risultati di ricerca Google, e per farlo è disposto a spendere belle cifre.

In quest’articolo, parlerò della sola Seo, e non anche della Sem, che tratteremo in futuro.

In primo luogo, specifichiamo che per Seo si intende il criterio logico secondo cui un motore di ricerca (non solo Google) organizza i siti web, nel proprio indice, in base alla parola chiave di riferimento.

In altre parole per ogni parola chiave i motori di ricerca hanno una lista di siti ritenuti più o meno di rilievo per la ricerca dell’utente, la Seo è l’insieme di criteri secondo cui vengono ordinati. (se vi state chiedendo quali sono i criteri che utilizza Google per scegliere chi debba stare in prima posizione, bene chiaramente non siete i primi e chiaramente a questa domanda non c’è risposta.)

L'importanza di creare nuovi contenuti

Su qualche Articolo datato, troverete scritto che Google utilizza circa 200 criteri per decidere quali sono i siti web degni delle prime posizioni, ma la verità è chiaramente molto più complessa.

Sicuramente, e questo vale per qualsiasi contenuto presente nel web, la cosa principale da sapere e da tenere a mente se si vuole crescere in SERP, e che bisogna generare nuovi contenuti. Questo può sembrare banale a chi fa blogging, ma per chi fa e-commerce, questo è un fattore che viene enormemente sottovalutato, e che spesso arriva a determinare il fallimento o la riuscita di un progetto.

Si nuovi contenuti, e su questo mi dispiace non ci sono scorciatoie, copiare i contenuti di altri siti più vecchi o copiare i contenuti del produttore, non è una strategia. Google Premia i nuovi contenuti e pertanto se volete che la vostra pagina prodotto scali i risultati, dovete distinguervi dalla concorrenza.

Si lo so che è non è facile creare nuovi contenuti per ogni articolo, c’è chi ne ha 8000 mila nel proprio magazzino virtuale, ma credetemi questa è una cosa indispensabile per apparire diversi e interessanti agli occhi di Google. (magari per chi ne ha proprio tanti, può concentrarsi su quegli articoli che generano maggiore traffico, i più venduti insomma.)

 

Le giuste keywords per la tua Seo fanno la differenza..

Secondo Aspetto fondamentale, che molti proprietari di e-commerce sottovalutano o spesso ignorano completamente, è capire che un determinato contenuto non è uguale ad un altro. Scrivere una cosa in un determinato modo, utilizzare una determinata espressione, magari troppo tecnica, può avere un risultato diverso rispetto a quello sperato. Spesso purtroppo nella vita si ha la presunzione di credere che una nostra verità sia una verità univoca per tutti, ebbene chiaramente non è così.. e non così sicuramente per Google.

Questo per dire che potremmo scrivere un contenuto bellissimo e originale frutto nella nostra conoscenza del prodotto, che sicuramente potrebbe essere apprezzato positivamente da Google, ma sbagliando o non utilizzando affatto le parole chiave che generalmente vengono associate da Google e dalla maggior parte degli utenti a quel prodotto, vanificheremo i nostri sforzi.

E chiaro che per creare questo genere di contenuti è necessario conoscere ed utilizzare determinati strumenti, che per chi lavora online sono praticamente indispensabili per conoscere in che direzione sta andando la corrente, e quali sono le keywords maggiormente utilizzate per cercare il nostro prodotto online.

Se non vi affidate ad un’agenzia o ad un professionista per il vostro sito, (e anche se lo fate) questi Tools sono indispensabili. Dico questo perché spesso chi vi sta realizzando il sito o velo realizzerà, al 99% non si occuperà (se non dietro ulteriore compenso), di caricare il vostro catalogo prodotti che ve lo dico da subito, se fatto bene sarà la fonte del 90% percento del vostro traffico sul sito.

Ve lo dico, perché per fare della buona Seo, ogni nuova pagina o pagina prodotto deve essere pensata al fine di essere indicizzata per al massimo due tre parole chiave, e se non sai quali sono le keywords migliori a cui agganciare la pagina né su quali hai più possibilità di ottenere un buon posizionamento il lavoro diventa controproducente.

Come sceglierle le keywords giuste per miglirare la Seo del nostro E-commerce

Detto questo, per mia esperienza, ritengo che per chi voglia avvicinarsi a questo mondo, e iniziare a ottenere risultati nella SERP di Google in italiano, sia indispensabile appoggiarsi a strumenti come Seozoom che credo possa ritenersi senza mezzi termini, uno degli strumenti migliori per creare contenuti indicizzati e fare Seo. I Servizi sono ad abbonamento mensile lo so, ma il canone è decisamente sostenibile, e se volete lavorare in questo mondo e non avete infinite disponibilità economiche per poter ingaggiare fantomatici santoni o Guruu informatici capaci (a loro dire) di far salire in vetta il vostro sito web, e meglio che impariate da subito ad utilizzare questi strumenti, che qui lo dico e qui lo nego.. usano anche i tantissimi santoni della seo.

Per capirci.. non è che iniziando a capire come si usa Seozoom, domani sei in vetta ai risultati Google, ma sicuramente inizi a capire come si fa un buon contenuto papabile per le prime posizioni della SERP.

Allo stesso modo, più avanzato, ma anche più oneroso, per chi lavora anche su SERP in lingue diverse e non esclusivamente in italiano c’è Semrush, che è sicuramente più completo, ma a mio avviso, se dovete iniziare a capire il mondo della Seo, e non avete la necessità di scrivere contenuti in lingua inglese o comunque in lingua straniera, Seozoom è perfetto.

Intendiamoci amici, ci vuole tempo, anzi è indispensabile, come per qualsiasi progetto, sia nel mondo fisico che nel mondo virtuale il tempo è indispensabile. Non a caso, tra i tantissimi criteri di Google, il passato di un sito, la sua longevità è un elemento predominante nella valutazione dell’authority dello stesso. Come dire più sei anziano, più sei saggio ed affidabile e più meriti di essere ai primi posti tra i risultati di ricerca, quindi di essere ascoltato..

Questo perché di base il primo interesse di Google, è sempre lo stesso (e non è il tuo), dare ai propri utenti la migliore esperienza possibile e nel minor tempo possibile..

Spero che quest’articolo dedicato all’importanza anche per gli e-commerce di creare contenuti performanti, pensati per determinate parole chiave via sia piaciuto e vi sia stato utile..

Se lo estato iscrivetevi alla nostra pagina Facebook per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità!

RSS
Follow by Email
Google+
Facebook20
Facebook